CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Reggio Emilia

Apple Store Google Play YouTube Instagram Twitter Facebook
Chi siamo  /   Link utili  /   Fotogallery  /   Contatti e sede

40^ Maratona delle 4 Porte - Conferenza stampa

Quattro Porte, 40 anni di gioia a Reggio Emilia

Si parte! Tutto è pronto per la 40^ edizione della Quattro Porte, in programma sabato 17 settembre a partire dalle 16 fino a tarda sera. Ieri la conferenza stampa di presentazione nella Sala Rossa del Comune alla presenza del sindaco Luca Vecchi, del presidente della Provincia Gian Maria Manghi, del presidente del Csi Cesare Bellesia e del tecnico specialista di salto con l’asta dell’Atletica Reggio Matteo Bini al tavolo dei relatori. In sala anche il presidente onorario del Coni William Reverberi, Donatella Rabitti della presidenza del Csi e di Onde Chiare, Alessandro Munarini vice presidente del Csi e Domenico Savino, direttore della Fondazione, che tre anni fa affidò al Centro Sportivo l’onere e l’onore di ridare vita alla Quattro Porte, un compito che il Csi reggiano ha assolto nel migliore dei modi. In sala anche Veronica Corchia e Paola Rodanini del Conad, sponsor principale dell’evento e Giorgio Del Rio presidente dell’Atletica Reggio che festeggia anch’essa i suoi 40 anni.
 
I DETTAGLI TECNICI
La Quattro Porte competitiva e non competitiva prenderà il via alle 20.30 di sabato 17 e si distribuirà su una distanza di 6.5 chilometri. Il percorso è stato ricalcato sulla falsariga di quello della prima edizione del settembre del 1973, rispetto al quale sono cambiate soltanto alcune strade a causa dei mutamenti naturali che sono intervenuti in questi anni. Si partirà da piazza Prampolini per poi andare verso Santo Stefano sulla Via Emilia, poi Corso Garibaldi, via Guido da Castello, via Palazzolo, si attraversa di nuovo piazza Prampolini, via Toschi, via Fornaciari, via del Cristo, via Ariosto, viale Monte Grappa, via San Girolamo, via Samarotto, poi a sinistra verso via Dante, via Secchi, piazza Martiri del 7 Luglio passando davanti al Monumento dei Martiri e si gira quindi dietro al Teatro Municipale, che rimane alla sinistra degli atleti; si attraversano quindi i Giardini pubblici, poi giù a destra per via Allegri, poi a sinistra lungo la parallela di viale Piave, quella che costeggia il parcheggio della Caserma Zucchi, poi al secondo semaforo a sinistra per via Franchetti, poi a destra per via Pasubio, a sinistra per via Emilia Santo Stefano verso piazza del Monte e di nuovo a sinistra in via Crispi, a destra per via Sessi, via San Domenico, via Gabbi, a destra per Via Emilia con direzione di nuovo piazza del Monte poi su verso piazza Prampolini, dove ci sarò l’arrivo e il conseguente ristoro.

PER IL PUBBLICO
Ci saranno per il pubblico due punti in cui si potrà vedere bene il passaggio degli atleti: da via Palazzolo, quando il gruppo attraverserà piazza Prampolini andando verso via Toschi e un secondo quando si passa da piazza del Monte per andare in via Crispi.

LE GARE GIOVANILI
Le gare giovanili partiranno alle 18,30 da piazza Prampolini: gli Esordienti, di cui ci saranno ben 6 categorie, percorreranno circa 700 metri, mentre per Ragazzi e Cadetti il totale sarà di 1500 metri. Partenza e arrivo da piazza Prampolini per tutti.

CAMMINATA LUDICO-MOTORIA
Alle 17,30 prenderà il via la Quattro Porte "Portami con te”, riservata alle scuole e ai più piccoli, con genitori e passeggini; il tutto prenderà il via da piazza Prampolini, poi si andrà in via Emilia Santo Stefano, in Corso Garibaldi, in via Guido da Castello, in via Palazzolo, poi si costeggerà piazza Prampolini passando davanti alla Farmacia Comunale, poi in piazza del Monte e di nuovo l'arrivo da sotto nella piazza del Duomo.
ISCRIZIONI E COSTI
Il costo di iscrizione è di 2 euro per tutti (mentre la prima edizione del 1973 costava 200 lire per i bambini e 300 per i grandi). Le adesioni si chiuderanno circa mezzora prima della partenza, ma è meglio prescriversi per avere diritto alla medaglia commemorativa della 40^ edizione che verrà consegnata soltanto ai primi 1000 ai quali verrà assegnato un pettorale, competitiva o giovanile o ludico-motoria che sia.

IL PETTORALE UNO AL SINDACO
Il numero 1 di pettorale verrà riservato al sindaco Luca Vecchi o al presidente della Provincia Manghi, che ieri in conferenza stampa... non stavano certamente facendo a gara per averlo, dicendo: “Vedremo, uno dei due lo indosserà”. Le attività di coinvolgimento della cittadinanza inizieranno dalle 16, con animazioni per i bambini e non solo a cura delle Onde chiare e di Csi Education.

SALTO CON L’ASTA
Parallelamente, dalle 16 in poi, in piazza Martiri del 7 Luglio (inizialmente era stata prevista per venerdì sera, poi spostata per motivi climatici) ci sarà un'anteprima con l'esibizione di salto con l’asta in piazza, un evento proposto con grande successo l’anno scorso, che quest’anno ospiterà anche una gara a livello giovanile. Sulla pedana si cimenteranno atleti di livello nazionale, il tutto organizzato dall'atletica Reggio, in collaborazione col Comune.

LUCA VECCHI
“Ringrazio Cesare Bellesia e il Centro Sportivo per aver organizzato un evento che io stesso organizzai tanti anni fa, quando mi trovavo a chiedere permessi e quant’altro al sindaco Antonella Spaggiari - spiega in conferenza Luca Vecchi, sindaco di Reggio Emilia - Una manifestazione che dura da 40 anni ha certamente molta sostanza alla base e numeri importanti. La Quattro Porte è stato un momento agonistico di alto livello, nella quale, tanti anni fa quando la organizzavo ancora io, un sedicenne stravinse su tutti, Stefano Baldini, per poi andarsi a prendere l’oro Olimpico di Maratona qualche anno dopo ad Atene. Inoltre, la storica competizione cittadina, da tanti anni, ha coinvolgo le scuole e introdotto competizioni giovanili e in questo periodo si inserisce in una serie di iniziative culturali, artistiche e sportive hanno caratterizzato i mesi di quest’anno da aprile in poi in un’ottica di avvicinamento all’inaugurazione della nuova Piazza della Vittoria che, fra le sue varie funzioni, è stata ridisegnata anche per ospitare eventi sportivi. Sulla stessa, come annunciato due anni fa, riporteremo il torneo Gnaker e tante altre iniziative. La 40^ edizione della Quattro Porte apre un po’ questo percorso e il Csi è l’interprete perfetto di questo evento organizzato nel tempo anche da Uisp e Fidal, che da 12 anni intitoliamo al compianto Adriano Roccatagliati, funzionario dell’ufficio sport del Comune che fu fra i fondatori di questa grande manifestazione. La Quattro Porte non è un episodio isolato, ma un evento in una città che sta investendo sullo sport, tant’è che consegneremo fra pochissimo tempo il palasport ristrutturato e nel contempo stiamo facendo interventi di ammodernamento di palestre e campo sportivi, oltre a portare a compimento interventi di riqualificazione delle periferie, come la zona di Santa Croce o la riqualificazione di un capannone di 90 metri quadrati trasformati in impianti di atletica leggera per ospitare eventi nazionali. Abbiamo già avuto la Champions femminile, le finali del campionato Primavera ed altre iniziative oltre alla promozione di tante attività in ambito locale, visto che consideriamo lo sport come un elemento fondamentale. Anche il progetto con le scuole prosegue a gonfie vele e di questo ringrazio la Fondazione: dopo un primo anno in cui sono stati coinvolti 500 bambini nelle scuole primarie per l’attività motoria, quest’anno raddoppieremo lo sforzo proponendo iniziative anche ai bimbi di seconda. Insomma, Reggio deve trovare nella sua dimensione un’alta qualità della vita e un forte benessere per la comunità”.

GIAN MARIA MANGHI
“Tre cose brevi: la prima è il ruolo della Provincia che 40 anni fa fu nel cartello promotore di questa iniziativa e che oggi, malgrado le turbolenze istituzionali che stiamo subendo, siamo ancora qui a sostenere - ha detto Gian Maria Manghi, presidente della Provincia - La scenda cosa è la longevità di un evento che si è progressivamente strutturato mantenendo sempre, in ogni edizione, la sua attualità, lanciando iniziative di vario tipo dalle fortune alterne: alcune si sono inabissate, altre sono durate nel tempo. Il terzo punto riguarda il calendario proposto che vede assieme una gara competitiva, una giovanile e una ludico-motoria, permettendo a chiunque di partecipare, dagli agonisti, ai giovani, alle famiglie. Sono felice di condividere un momento “leggero” e così piacevole come quello di fare sport russi assieme e quindi ringrazio il Csi per l’organizzazione dello stesso”.

CESARE BELLESIA
“Ringrazio le autorità che sono intervenute, la cui presenza conferisce una ulteriore ufficialità a questa manifestazione che per noi è molto importante perché significa che la città e la provincia ci sono. Il Csi chiude un mini-ciclo di tre anni di organizzazione della Quattro Porte, partendo da quando la Fondazione per lo Sport ci trasmise l’idea di prendere in mano l’evento, una sfida che noi accettammo con entusiasmo, incentrando il tutto soprattutto sul coinvolgimento sociale della città. La Quattro Porte non è del Centro Sportivo ma è di Reggio e di tutte quelle associazioni che sono in essa rappresentate e per questo sollecitiamo l’Amministrazione a continuare a mantenere rapporti importanti con la città attraverso le iniziative sportive. I numeri, oggi, non sono più quelli degli anni ’70-’80 perché il podismo è cambiato: oggi ogni settimana ci sono gare podistiche per agonisti ovunque, mentre resta preponderante il valore dell’aggregazione e di una città che si vuole ritrovare nel proprio salotto buono, ossia in Piazza Prampolini dove accoglieremo atleti, giovani e famiglie per una grande giornata di festa. Ringrazio in particolare il Conad e il Banco Emiliano, oltre ai tanti amici che ci hanno sostenuto come l’Atletica Reggio, che quest’anno festeggia i suoi primi 40 anni di vita, oltre a tutte quelle organizzazioni che hanno reso la Quattro Porte la festa di tutti”.

MATTEO BINI
“Dovevamo gareggiare venerdì sera e invece, a causa del meteo avverso, lo faremo sabato pomeriggio dalle 16 alle 18,30 circa, prima della partenza della competitiva delle 20.30 - ha spiegato Matteo Bini, responsabile del salto con l'asta dell’Atletica Reggio - Abbiamo organizzato questo appuntamento del salto con l'asta in piazza in memoria di Fernando Iemmi, storico allenatore reggiano e siamo felici che un evento del genere faccia da apripista alla Quattro Porte. Per l’occasione abbiamo chiamato atleti di fama nazionale, oltre ad altri saltatori della nostra città. L’anno scorso, in occasione delle Olimpiadi del Tricolore, partimmo con un progetto pilota che ebbe un grande successo e quest’anno siamo certi di ripeterci, visto che oggi possiamo omologare anche i risultati sportivi ottenuti in occasione delle prestazioni in piazza. La pedana che usiamo nacque a Reggio 35 anni anni fa e sta girando tutta Italia, trasformando il salto con l'asta in piazza in un evento propagandistico di questa disciplina, ma ora anche come vera e propria competizione”.

DONATELLA RABITTI
“Abbiamo organizzato le attività ricreative dalle 16 in poi - ci spiega Donatella Rabitti, membro del consiglio di presidenza del Csi e responsabile dell’associazione Onde Chiare, che si è occupata dell’organizzazione delle attività collaterali alle gare - Alle 17,30 ci saranno i bambini delle materne con i genitori che si cimenteranno nella camminata “Portami con te”, oltre a tante altre iniziative in piazza finalizzate a coinvolgere tutti i cittadini reggiani di qualunque età. Sempre in piazza Prampolini ci sarà l’animazione per i bambini, della quale si occuperà Jessica del Csi, per consentire anche ai più giovani di vivere una serata di gioco e divertimento”.

PAOLA RONDANINI
"Il fatto che la Quattro Porte si un evento storico - ci ha spiegato Paola Rondanini titolare del Conad Le Querce - è sinonimo di attenzione da parte dei cittadini trattandosi di una manifestazione che è ormai entrata nel tessuto sociale e nelle abitudini della gente. Il fatto che si svolga in pieno centro storico è fondamentale anche per noi, che facciamo della territorialità, della qualità e della soddisfazione del cittadino i nostri punti di forza. Se le persone al sabato frequentano Reggio è facile che entrino anche al Conad, dove alle persone proponiamo una qualità di prodotti alimentari biologici. Conad è sempre vicino allo sport e a questa iniziativa non poteva certo mancare anche perché è ormai diventato fondamentale il binomio mangiare bene e fare attività sportiva e il nostro mondo è questo. Noi non consigliamo alle persone di stare sul divano, ma di vivere una vita sana e attiva e la Quattro Porte è un’occasione perfetta per farlo”.

Ufficio Stampa CSI

Fotogallery - 40^ Maratona delle 4 Porte Conferenza stampa
Eventi, Attività, News
Video Gallery

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok