CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Reggio Emilia

  • Google Play
  • Apple Store   |  
  • Facebook
  • Instagram
  • YouTube
  • Twitter

Il Sutura conferma il CSI sul trono amatori

Battuta 1-0 la Salvaranese

La Sinfonia n. 9 non è solo l'ultima sinfonia compiuta da Ludwig van Beethoven, ma da lunedì sera, coi debiti paragoni ovviamente, è anche l’ultima impresa realizzata, a livello calcistico amatoriale, dalla formazione dei P.S. Sutura capace di vincere nel giro di due stagioni tutte le nove finali alle quali ha preso parte. Lunedì’ sera, sui campi della Reggio Calcio, è andata in scena la Supercoppa Csi/Uisp, ossia la sfida che mette a confronto le due squadre regine dei rispettivi enti di promozione sportiva e che quindi decreta la miglior squadra di calcio amatoriale della provincia reggiana. Di fronte le due regine, il Ps Sutura, campione dell’Open A Csi e la Salvaranese, vincitrice dell’Eccellenza Uisp.
Sutura con l’ormai classico 4-3-3, Salvaranese che si schiera con un 4-3-1-2. Si parte su ritmi decisamente alti con gli scandianesi che mantengono l’iniziativa e i matildici che giocano sulle invece sulle ripartenze cercando di sfruttare la velocità del duo Rossi-Salavolti. La partita è combattuta fin da subito ma estremamente corretta; le occasioni però latitano, un classico di queste partite. Al 30’ l’episodio che si rivelerà decisivo: corner dalla sinistra battuto da Paolini la difesa non libera a dovere e la palla arriva sui piedi di Meglioli che appostato sul secondo palo fa partire un sinistro micidiale che si insacca alle spalle dell’incolpevole Davoli. La ripresa vede la Salvaranese prendere campo e cercare la rimonta riversandosi all’attacco con tutta la batteria di punte a disposizione ma il fortino dei Sutura, squadra che subisce veramente pochissimi gol, regge l’urto. La linea difensiva guidata da un sontuoso Camellini non corre rischi reali e l’unica occasione per pareggiare arriva da calcio piazzato (fallo da ultimo uomo di Ficarelli poi espulso) con una punizione calciata da Fioroni che fa davvero la barba al palo.
C’è solo il tempo per il triplice fischio e per vedere capitan Agnesini alzare l’ennesimo trofeo. I Sutura sono una bella realtà, che fa della propria forza il gruppo. Il tecnico del Sutura, Alberto Riva a fine partita elogia i suoi: “Prova di maturità di un gruppo che ha acquisito una mentalità vincente. I successi sono solo quello che si vede, dietro al risultato c’è tanto lavoro, tanta passione, tanto allenamento. I ragazzi sono stati eccezionali e si meritano questa vittoria. Un nome? Beh, se devo fare un nome dico Meglioli, l’uomo delle finali, ma questa è la vittoria del gruppo”.
I Sutura riportano per il secondo anno consecutivo il CSI in vetta al calcio amatoriale reggiano, certificando così la competitività dello storico ente promotore di sport: squadre con valori umani e sportivi che si intrecciano ad un tasso tecnico elevato e ad organizzazione. I Sutura ne sono l’esempio, squadra corretta capace di dominare le ultime stagioni vincendo oltre ad un campionato regionale anche 2 campionati provinciali, 2 coppe Csi, 2 supercoppe Csi e 2 supercoppe Csi/Uisp. Chapeau.
 
IL TABELLINO:
Ps Sutura 1
Salvaranese 0
Marcatore: al 30’pt Meglioli.
Sutura: Rossini, Di Dato, Meglioli, Camellini, Ficarelli, Dotti, Calì (3’st Guerrieri), Agnesini, Venturi (20’st Iori), Bonini (30’st Tini), Paolini. A disp.: Carnevali, Bertani, Sassi, Daviddi, Antonietti. All.: Riva.
Salvaranese: Davoli, Chesi, Fioroni, Reggiani, Giorgini, Lolli, Salavolti, Morani, Fattori, Caligiuri, Rossi. A disp.: Aleotti, Cattabiani, Caprari, Ghidoni, Costi. All.: Ghidoni.
Arbitro: Salavini di Reggio, coadiuvato da Guerri e De Biase.

Ufficio Stampa CSI

Fotogallery - Supercoppa CSI/UISP 2018

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok