CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Reggio Emilia

  • Google Play
  • Apple Store   |  
  • Facebook
  • Instagram
  • YouTube
  • Twitter

Torneo della montagna 2019: i vincitori

Cervarezza e Gatta sul trono!

Il Cervarezza nei Dilettanti e il Gatta nei Giovanissimi sono le due regine della 68^ edizione del Torneo della Montagna. I termali vincono con un netto 4-1, dimostrando di essere più squadra del Casina, mentre i castelnovesi superano di misura la diretta rivale, con gol a metà ripresa.
 
GIOVANISSIMI
Nella categoria Giovanissimi la partita fra Gatta e Vettus è stata avvincente. A decidere un match equilibratissimo ci ha pensato un guizzo di Cadoni, nel secondo tempo, che ha sfruttato una corta respinta del portiere Boni, su perfetto diagonale di Asti. Poco dopo il Vettus colpisce l’incrocio dei pali con una punizione di Gianotti, ma in pieno recupero il portiere del Vettus, Alessandro Boni, il migliore in campo, nega il raddoppio a Pecoraro. Finisce 1-0 per il Gatta.
Sempre nei Giovanissimi, Luca Cadoni, esterno della Gatta, classe 2005 dell’Arcetana, vince il titolo di capocannoniere con 7 reti, mentre il titolo di miglior portiere è stato invece assegnato ad Alessandro Primavori, anch’egli del Gatta.
 





DILETTANTI
Nella categoria Dilettanti, di fronte a oltre duemila persone, il Cervarezza realizza quattro reti e porta a casa il suo quarto Torneo della Montagna, dopo averlo vinto nel 1961, nel 1991 e nel 2016. La squadra termale, magistralmente costruita da Matteo Bimbi, ha battuto un Casina che ha giocato al di sotto delle aspettative. Perfetta la scelta del Csi di posticipare la gara di tre ore, una decisione che ha permesso al tempo di migliorare, consentendo a oltre duemila persone di essere presenti sugli spalti del Centro Coni. La gara, avvincente, ma a tratti nervosa, soprattutto nella seconda parte, è stata decisa da una doppietta di Ameth Fall, che ha aperto le marcature con un diagonale chirurgico, dopo aver lascito due avversari sul posto. Addae accorcia per il Casina con un bel colpo di testa su corner dell’ottimo Rizzuto, poi Christian Mangiarotti, ex Reggiana, riporta i termali in vantaggio con una magistrale punizione sotto l’incrocio dei pali. Nella ripresa il Casina prova a reagire ma al 19’ un contropiede micidiale del Cervarezza permette a Mangiarotti di volare verso il portiere Priolo, per poi servire perfettamente Fall che non sbaglia. Il Casina si riversa in avanti col solito Rizzuto, ma Malpeli si oppone alla grande; poi, ancora Mangiarotti, da destra, imbecca il neo entrato Kastrataj, che appoggia in rete per il definitivo 4-1.
A fine gara, il titolo di capocannoniere è andato al solito Daniele Barozzi del Baiso Secchia, autore di 8 reti, mentre il miglior portiere è stato Alessandro Malpeli del Cervarezza, un locale del 2000 che ha giocato nella Rosselli Mutina Formigine. Tra i premiati, a sorpresa, anche il giudice sportivo Giorgio “Cipo” Mussini, figura fondamentale nell’organigramma del Centro sportivo di Reggio Emilia.
 
LA FESTA FINALE
Dopo le premiazioni, una carovana di auto ha invaso l’Alto crinale per una festa che è durata tutta la notte, tra canti, cibo, birra e festeggiamenti, un’emozione unica per il popolo di Cervarezza che festeggia così la vittoria del suo quarto Torneo della Montagna.
Fotogallery - Finali del torneo della montagna 2019

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok