CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Reggio Emilia

  • Google Play
  • Apple Store   |  
  • Facebook
  • Instagram
  • YouTube
  • Twitter

All Star Game di showdown CSI: primo posto per Di Liddo e Ferrigno

Si è concluso oggi il recupero del torneo nazionale, all'Istituto Garibaldi in via Franchetti

Si sono conclusi oggi in tarda mattinata gli All Star Game di showdown (tennis tavolo per non vedenti), il recupero del torneo nazionale organizzato dal Centro Sportivo Italiano. A ospitare la competizione, iniziata venerdì 24 settembre, è stato il comitato reggiano. Negli spazi dell’Istituto dei ciechi ‘Garibaldi’, in via Franchetti, si sono affrontati i venti migliori giocatori italiani non vedenti, dieci per la categoria femminile e dieci per quella maschile.

Alla meglio dei cinque set, i venti campioni si sono sfidati per tre giorni. Alla fine ad alzare le coppe del femminile sono state Sonia Tranchina (terzo posto), Piera Folino (secondo posto) e Chiara Di Liddo (primo posto). Il terzo posto per la categoria maschile è andato invece ad Andrea Lazzarini, secondo Alessandro Furioni e primo Marco Ferrigno, peraltro organizzatore del torneo per il CSI nazionale.

 

«Questo era il recupero degli All Star Game 2019/20, che sono stati rimandati causa Covid – racconta Ferrigno –. È stato bellissimo tornare in campo e rincontrare tutto il gruppo, è mancato molto anche l’agonismo che si è respirato soprattutto il primo giorno. Trattandosi dei venti migliori giocatori ogni partita è come se fosse una finale al cardiopalma, sotto il profilo sia fisico che mentale».

Grande soddisfazione è stata espressa anche dall’avvocato Stefano Tortini, da maggio scorso nuovo presidente dell’Istituto Garibaldi: «Ci teniamo molto a promuovere lo sport per le persone con disabilità visiva – ha detto – perché pensiamo sia uno strumento di aggregazione e che aumenti l’autonomia del singolo e al tempo stesso migliori la sua quotidianità. È una grande soddisfazione per noi aver ospitato i migliori venti giocatori secondo il ranking nazionale».

 

Oltre ad Alessandro Munarini, presidente del comitato reggiano nonché responsabile per la commissione paralimpica del CSI nazionale, hanno preso parte alla cerimonia di premiazione diversi rappresentanti istituzionali consegnando le coppe ai vincitori: Giammaria Manghi (capo della segreteria politica della Regione), Ilenia Malavasi (vicepresidente della Provincia), Matteo Iori (presidente del Consiglio Comunale di Reggio), Mauro Rozzi (presidente della Fondazione per lo Sport) e Ivano Prandi (delegato provinciale Coni).

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok