CSI - Centro Sportivo Italiano - Comitato di Reggio Emilia

  • Google Play
  • Apple Store   |  
  • Facebook
  • Instagram
  • YouTube
  • Twitter

Vademecum e indicazioni ripresa sport

Ricapitoliamo per... ricominciare! ---Aggiornato al 14.06.2021---

 

FAQ del "Dipartimento dello Sport" sullo sport nelle varie zone

(Aggiornate sulla base delle disposizioni del Decreto-Legge 22 aprile 2021, n. 52)

 

 

How To Restart?

 

Indicazioni per la ripartenza dell'attività sportiva

(AGGIORNAMENTO DEL 14.06.2021)

 

 

Attività sportiva non di “preminente interesse nazionale”

 

Fatta eccezione per quanto attiene agli “Eventi di preminente interesse nazionale” richiamati nel successivo paragrafo, in merito al punto 3 dell'Articolo 6 del DL del 22.04.2021 n° 52, si precisa che il CSI può svolgere, all’interno di una cornice organizzata, qualsiasi attività sportiva di base prevista dal suo ordinamento sportivo, di ogni disciplina e categoria, a condizione che:

 

Protocolli sanitari

Siano rispettati, per gli allenamenti e per le gare, il “Protocollo CSI - Back to Sport” e le “Linee guida di dettaglio” (https://www.csi-net.it/p/4627/protocollo_csi_back_to_sport) per il contrasto ed il contenimento della diffusione da COVID-19 vigenti nel CSI;

 

Attività sportiva di contatto all'aperto e al chiuso

Può essere svolta all’interno di luoghi al chiuso nel rispetto delle “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” emanate dal Dipartimento per lo sport, con particolare riferimento all’allegato 7, ed assicurando adeguati sistemi di ricambio dell’aria, senza ricircolo.

 

Attività sportiva non di contatto al chiuso

Si precisa che, in base alla normativa vigente, il distanziamento previsto (2 metri) deve intendersi per le attività motorie e sportive svolte in forma individuale, e non per quelle di contatto che, in zona bianca, sono consentite senza distanziamento.

 

Coprifuoco

In zona bianca non è previsto alcun coprifuoco.

 

Spogliatoi e docce

  • NELLE MANIFESTAZIONI SPORTIVE ALL’APERTO: è consentito l’uso delle docce; negli spogliatoi deve essere assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;
  • NELLE MANIFESTAZIONI SPORTIVE AL CHIUSO: è consentito l’uso delle docce; negli spogliatoi deve essere assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

 

Pubblico

Dal 1° giugno all’aperto e dal 1° luglio al chiuso è possibile la presenza di pubblico a tutti gli eventi e alle competizioni sportive rispettando le seguenti indicazioni:

  • distanza interpersonale di almeno un metro per gli spettatori abitualmente non conviventi e per il personale;
  • la capienza consentita non può superare il 25% di quella massima e non può comunque essere superiore a 1000 spettatori per gli impianti all’aperto e 500 spettatori per quelli al chiuso;
  • rispetto delle linee guida adottate dal Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
  • Se non è possibile il rispetto delle condizioni precedenti gli eventi devono svolgersi senza pubblico.

 

In zona arancio o rossa, le attività di cui all’articolo 6 del predetto DL devono ritenersi sospese.

 

E’ utile rimandare alla lettura delle linee guida adottate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri http://www.sport.governo.it/it/emergenza-covid-19/lo-sport-riparte/ pubblicate dal Dipartimento dello sport a cui devono attenersi tutti i soggetti che gestiscono, a qualsiasi titolo, siti sportivi, o che comunque ne abbiano la responsabilità.

 

Si raccomanda a tutti e a ciascuno, in ogni caso, cautela e rispetto delle restrizioni anti-Covid per limitare al massimo il rischio contagio.

 

 

Attività sportiva di “preminente interesse nazionale”

 

Gli eventi e le competizioni sportive di preminente interesse nazionale si svolgono in linea di continuità con quanto già disposto dal DPCM del 2 marzo 2021 (cfr. artt. 18 e succ.) e in conformità a quanto previsto al “Protocollo generale CSI”, alle “Linee guida di dettaglio CSI” e secondo le disposizioni contenute nei Comunicati ufficiali adottate dal Centro Sportivo Italiano (cfr. in particolare, CU n. 9 del 22 gennaio 2021 e succ. - https://www.csire.it/area-attivita-sportiva/comunicazioni-varie-attivita-sportiva/comunicazioni-regolamento-nazionale-eta-sport-in-regola/sport-in-regola-nazionale-comunicazioni.html).

Si ricorda che dal 1 giugno in zona gialla, le disposizioni previste per gli spettacoli in genere si applicano pure agli eventi e alle gare di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale, riguardanti gli sport individuali e di squadra, organizzati dal CSI (cfr. DL. del 22 aprile 2021 n. 52 - ART. 5 (Spettacoli aperti al pubblico ed eventi sportivi)) e nella fattispecie:

dal 1° giugno all’aperto e dal 1° luglio al chiuso è possibile la presenza di pubblico a tutti gli eventi e alle competizioni sportive rispettando le seguenti indicazioni:

  • distanza interpersonale di almeno un metro per gli spettatori abitualmente non conviventi e per il personale;
  • la capienza consentita non può superare il 25% di quella massima e non può comunque essere superiore a 1000 spettatori per gli impianti all’aperto e 500 spettatori per quelli al chiuso;
  • rispetto delle linee guida adottate dal Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
  • Se non è possibile il rispetto delle condizioni precedenti gli eventi devono svolgersi senza pubblico.

 

I Campionati nazionali del CSI rappresentano l’attività ufficiale del Centro Sportivo Italiano e costituiscono eventi di livello agonistico di “preminente interesse nazionale”. Possono altresì essere riconosciuti di “preminente interesse nazionale” eventi e competizioni agonistici, individuati dalla Presidenza nazionale CSI su segnalazione della Direzione Tecnica Nazionale dell’Attività Sportiva.

  • Gli “eventi di preminente interesse nazionale” sono regolamentati dal DPCM del 2 marzo 2021 e sono riconosciuti con provvedimento del CONI mediante pubblicazione sul sito istituzionale del Comitato Olimpico Italiano all’indirizzo: https://www.coni.it/it/speciale-covid-19/eventi-e-competizioni-di-livello-agonistico-e-riconosciuti-di-preminente-interesse-nazionale.html.
  • Agli “eventi di preminente interesse nazionale” del CSI partecipano atleti in possesso della tessera agonistica (AT), per la specifica disciplina sportiva praticata. La tessera agonistica è sottoscritta da ciascun atleta dietro presentazione di idonea documentazione che, tra l’altro comprende obbligatoriamente, la certificazione medica agonistica. Detta documentazione è conservata agli atti della Società sportiva a cura del Presidente o Legale rappresentante della stessa. Le indicazioni sulle discipline/categorie considerate agonistiche sono poste in calce ad ogni disciplina sportiva contenuta nel documento “Categorie d’età stagione sportiva 2020/2021” reperibile all’indirizzo: https://www.csire.it/media/documenti/all.1-c.u.-n.10-_categorie-di-et%C3%A0_1612368942.pdf.
  • L’accesso delle Società sportive/atleti agli “eventi di preminente interesse nazionale” CSI avviene unicamente attraverso l’iscrizione al “Portale Campionati”. Il Comitato territoriale provvederà a verificare tutti i requisiti (cfr. la sezione di seguito riportata “Eventi e competizioni riconosciuti di preminente interesse nazionale- Requisiti obbligatori”) delle Società sportive mediante l’attivazione delle fasi preliminari, qualora previste. Ogni Società sportiva scaricherà l’“Attestazione di iscrizione ai Campionati nazionali” (Scarica la guida) valida per gare e allenamenti, da esibire alle Autorità competenti su richiesta, congiuntamente alle tessere agonistiche degli atleti.
  • Il calendario degli eventi e delle competizioni agonistiche di preminente interesse nazionale riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dal Centro Sportivo Italiano è consultabile all’indirizzo: https://www.coni.it/images/speciale_covid19/speciale_covid19bis/CSI_-_Giugno_Eventi_PIN.pdf

 

Ricordiamo che le società che non riprenderanno l'attività perderanno il “diritto” di allenarsi in modalità tradizionale anche al chiuso in virtù delle indicazioni del Governo e del CONI.

 

 

Quali sono i campionati e gli eventi di "preminente interesse nazionale" organizzati dal CSI?

 

 

Sport di squadra

 

CALCIO a 11 (agonisti dai 12 anni compiuti nell'anno sportivo)

  • Ragazzi (Under 14)
  • Allievi
  • Juniores
  • Open (categoria unica accorpando le varie sottocategorie)

 

CALCIO a 7 (agonisti dai 12 anni compiuti nell'anno sportivo)

  • Allieve
  • Open (categoria unica accorpando le varie sottocategorie)

 

CALCIO a 5 (agonisti dai 12 anni compiuti nell'anno sportivo)

  • Open Femminile (categoria unica accorpando le varie sottocategorie)
  • Open Maschile (categoria unica accorpando le varie sottocategorie)

 

PALLAVOLO (agonisti dai 10 anni compiuti nell'anno solare)

  • Under 12
  • Under 13
  • Ragazze (Under 14)
  • Allievi
  • Juniores
  • Top Junior
  • Open Femminile
  • Open Mista (categoria unica accorpando le varie sottocategorie)
  • Open Maschile

 

PALLACANESTRO (agonisti dai 11 anni compiuti nell'anno solare)

  • Under 12
  • Ragazzi
  • Allievi
  • Juniores
  • Open (categoria unica accorpando le varie sottocategorie)

 

 

Sport individuali

 

GINNASTICA ARTISTICA E RITMICA (agonisti dagli 8 anni compiuti anagraficamente)

  • Lupetti m/f (2013)
  • Tigrotti m/f
  • Allievi m/f
  • Ragazzi m/f
  • Juniores m/f
  • Seniores m/f
  • Master

 

ATLETICA (agonisti dai 12 anni compiuti nell'anno sportivo)

  • Ragazzi/e
  • Cadetti/e
  • Allievi/e
  • Juniores m/f
  • Seniores m/f
  • Amatori A m/f
  • Amatori B m/f
  • Veterani A m/f
  • Veterani B m/f

 

NUOTO (agonisti dagli 8 anni compiuti nell'anno sportivo)

  • Esordienti C (2013)
  • Esordienti B
  • Esordienti A
  • Ragazze
  • Juniores
  • Cadette
  • Seniores
  • Master

 

TENNIS TAVOLO (agonisti dagli 8 anni compiuti anagraficamente)

  • Giovanissimi m/f (8 anni compiuti)
  • Ragazzi/e
  • Allievi/e
  • Juniores m/f
  • Seniores m/f
  • Adulti m/f
  • Veterani A m/f
  • Veterani B m/f
  • Eccellenza m A
  • Eccellenza m B
  • Eccellenza f

 

 

Età certificazione medica agonistica

Il Consiglio nazionale svoltosi il 28 gennaio u.s. ha deliberato (n. 3/2021) l’adozione dei limiti d’età minimi e dei criteri così come riportati nel documento “Tabelle elaborate dal Coni con cui si determina l’età minima di accesso all’attività agonistica” rese note dal Ministero della Salute in data 2 luglio 2018 (prot. 006203-P-02/07/2018).

L’allineamento consentirà ai giovani atleti di presentare la certificazione medica agonistica non solo al
compimento dell’età minima prevista, ma in qualche caso di anticiparla di alcuni mesi.

A questo link trovate le categorie d’età aggiornate alla luce dei predetti parametri con una scheda riepilogativa dei cambiamenti, posta all’inizio, per una visione immediata e d’insieme circa l’intervento effettuato:

  • Categorie d’età CSI (aggiornamento del 10.02.2021);
  • Tabella età agonistiche del 3/7/2018 approvate dal Ministero della Salute.

 

 

Progetto Sport&Go

A parziale rettifica del C.U. della DTN n°7 del 06.12.2020, si specifica che la categoria ammessa al progetto “Sport&GO!” è solo l’Under 12 (con esclusione della Under 10). Di seguito si richiama l’attenzione sulla certificazione medica agonistica da possedere per svolgere l’attività:

  • calcio a 7 - con certificazione medica agonistica da presentarsi a partire dal giorno di inizio dell’anno sportivo anche se precedente alla data di compimento dell’età minima del dodicesimo anno di età.
  • volley, supervolley - con certificazione medica agonistica da presentarsi a partire dal 1 gennaio dell’anno di compimento del decimo anno di età.
  • minibasket - con certificazione medica agonistica da presentarsi a partire dal 1 gennaio dell’anno di compimento dell'undicesimo anno di età.

 

 

Requisiti obbligatori

Le Società sportive, con l’iscrizione agli eventi e alle competizioni di “preminente interesse nazionale”, ottengono il diritto a partecipare alle eventuali fasi eliminatorie dei Campionati nazionali, se previste; se non previste, invece, potranno aderire alla finale nazionale con accesso diretto, secondo i criteri comunicati dalla Direzione Tecnica Nazionale dell’Attività Sportiva. I requisiti obbligatori sono:

  • Affiliazione – Ciascuna Società sportiva dovrà essere regolarmente affiliata per la stagione sportiva in corso;
  • Tesseramento – Gli atleti devono essere tesserati al CSI con tessera agonistica “AT” per la disciplina sportiva alla quale prendono parte; la tessera agonistica è quella sottoscritta da ciascun atleta dietro presentazione di idonea documentazione che, tra l’altro comprende la certificazione medica agonistica (ovvero di secondo livello) che viene conservata agli atti della Società sportiva a cura del Presidente o Legale rappresentante della stessa;
  • Iscrizione al “Portale Campionati” – Le Società partecipanti devono essere regolarmente iscritte alla piattaforma dalla quale possono scaricare l’”Attestazione di iscrizione ai Campionati nazionali” valida per poter svolgere gare e allenamenti (download nell’area riservata Società sportive. Scarica la guida) e da esibire, su richiesta, alle Autorità competenti congiuntamente alle tessere agonistiche “AT” degli atleti;
  • Categorie d’età – È necessario il rispetto delle categorie d’età così come stabilite e riportate all’indirizzo:  https://www.csire.it/media/documenti/all.1-c.u.-n.10-_categorie-di-et%C3%A0_1612368942.pdf o sui Comunicati ufficiali nazionale del CSI. Sono in ogni caso escluse tutte le categorie “non agonistiche”;
  • “Sport in regola” (Ed. 2019) e Regolamenti d’indizione – Il testo normativo “Sport in Regola” resta il riferimento tecnico e organizzativo per tutti gli eventi e le competizioni di “preminente interesse nazionale”. Si raccomanda a ciascun Comitato CSI di precisare nel Regolamento di indizione della manifestazione (o nel primo Comunicato ufficiale utile) che trattasi di una fase eliminatoria valida per l’accesso alla finale nazionale - relativa alla specifica disciplina sportiva e categoria - di una competizione di preminente interesse nazionale;
  • Protocolli sanitari e Operatore di accoglienza – Applicazione dei Protocolli emanati dal CSI e reperibili all’indirizzo: https://bit.ly/34cURfB. Anche la presenza dell’Operatore di accoglienza (o “Safe sport”) all’interno di ciascuna Società sportiva è indispensabile ed obbligatoria per la corretta applicazione dei protocolli sanitari;
  • “Piattaforma CEAF” – Allenatori, tecnici, istruttori, maestri, ecc. delle Società sportive/squadre dovranno essere in possesso delle relative qualifiche in corso di validità e certificate nella Piattaforma Ceaf;
  • Commissioni tecniche di disciplina – È previsto il supporto tecnico delle Commissioni locali/regionali/nazionali secondo ove si svolgano le fasi preliminari;
  • Arbitri e giudici di gara ufficiali – È consentito solo l’arbitraggio con designazione di direttori di gara con qualifica ufficiale e in corso di validità (cfr. “Piattaforma Ceaf”);
  • Giustizia sportiva – Deve essere assicurata la corretta amministrazione della Giustizia sportiva per ciascuna fase preliminare, secondo quanto pubblicato nel Regolamento nazionale.

 

 

Protocolli sanitari (protocollo vigente: 7 giugno 2021)

Si ricorda che il Protocollo sanitario del CSI non è esaustivo né tanto meno definitivo stante il continuo mutare delle condizioni legate al contagio da COVID-19 e dovrà essere integrato con le normative vigenti ai vari livelli con un rimando, per tutto quanto non espressamente indicato, ai provvedimenti emessi e che saranno emanati dalle autorità competenti.

Ancora una volta si esortano tutti i comitati CSI, i tesserati, nonché tutti i soci del CSI, a seguire, scrupolosamente e con responsabilità, le prescrizioni del presente Protocollo in tema di svolgimento dell’attività “in sicurezza” sia per gli sport individuali sia per gli sport di squadra, anche di contatto.

Il Protocollo è stato stilato partendo dal presupposto che le misure di prevenzione e protezione sono finalizzate alla gestione del rischio di contagio all'interno del sito sportivo e sono volte a garantire la sicurezza dello svolgimento dell’attività da parte di tutti i soggetti affiliati.

Puoi trovare i protocolli al seguente indirizzohttps://bit.ly/34cURfB

 

 

Idoneità agonistica e non agonistica post COVID-19

Gli atleti con certificato di idoneità agonistica in corso di validità che abbiano contratto positività al CoViD-19 e siano successivamente risultati negativi al tampone o abbiano terminato l’isolamento con documento ufficiale della AUSL, devono dopo 30 giorni dalla negativizzazione o dalla fine isolamento richiedere una rivalutazione clinica e NON una nuova visita di idoneità.

  • La rivalutazione va richiesta alla Struttura sanitaria o al medico specialista in Medicina dello Sport che ha firmato la certificazione di idoneità agonistica in possesso dell’atleta.
  • La modalità di richiesta di rivalutazione per l’U.O. di Medicina dello Sport e Prevenzione Cardiovascolare della AUSL di Reggio Emilia è la seguente: inviare una email all’indirizzo info.medicinasport@ausl.re.it indicando chiaramente:
  • i propri dati anagrafici;
  • il recapito telefonico;
  • la data di scadenza del certificato;
  • la data del referto del tampone negativo o della lettera di fine isolamento ricevuta dalla AUSL;
  • portando il giorno concordato per la visita la richiesta del Medico Curante su formulario regionale o DEMA per “consulenza di medicina dello sport” indicando il codice di esenzione I01;
  • Dopo la rivalutazione (caratterizzata da esami che variano in base alla sintomatologia riferita dall’atleta durante la positività al CoViD-19), l’atleta riceverà un documento denominato “Return to play” che riabilita la validità del certificato di idoneità in suo possesso.
  • Per quanto riguarda la certificazione di idoneità non agonistica (libretto dello sportivo) solitamente erogata dal Medico di Medicina Generale o dal Pediatra di Libera Scelta, NON è prevista alcuna certificazione di “Return to play” bensì fa fede il libretto dello sportivo. Sarà cura e coscienza del genitore del giovane atleta non agonista, o dell’atleta maggiorenne non agonista informare il proprio MMG o PLS della pregressa e risolta positività al CoViD-19. 
  • IL MMG e il PLS non sono tenuti ad erogare alcuna certificazione accessoria al libretto dello Sportivo, ma esclusivamente a valutare che il soggetto sia in buone con dizioni di salute per la pratica sportiva non agonistica. Qualora il MMG o il PLS ravvisassero problematiche derivanti dalla pregressa storia di CoViD-19, che possano compromettere la pratica dell’idoneità non agonistica, potranno revocare la certificazione sul libretto o chiedere una consulenza presso l’U.O. di Medicina dello Sport e Prevenzione Cardiovascolare con le consuete modalità (prescrizione di consulenza su formulario regionale o DEMA e codice di esenzione I01).
  • Per il rientro in campo degli atleti NON agonisti, fa dunque fede il libretto dello sportivo in corso di validità.

Al link seguente è pubblicato il documento: "Idoneità all’attività sportiva agonistica in atleti non professionisti Covid-19 positivi guariti e in atleti con sintomi suggestivi per Covid-19 in assenza di diagnosi da SARS-CoV-2".

Consulta l’indirizzo: http://www.normativasanitaria.it/jsp/dettaglio.jsp?id=78444

 

 

--- IN SINTESI ---

 

Cosa fare per la ripartenza - Campionati di preminente interesse nazionale

Di seguito riportiamo un elenco delle cose da fare prima di ripartire con l’attività sportiva:

  • Affiliazione al CSI A.S. 2020/2021 (Guida per stamparla); -da tenere in palestra o al campo in caso di controlli-
  • Tessera agonistica “AT” per la disciplina corretta (Guida per stampare le tessere); -da tenere una stampa dei tesserati in palestra o al campo in caso di controlli-
  • Certificazione medica agonistica in corso di validità; -da tenere in palestra o al campo in caso di controlli-
  • Eventuale rivalutazione clinica degli atleti che abbiano contratto positività al CoViD-19 (Consulta la comunicazione del servizio sanitario regionale);
  • Età degli atleti in linea con le categorie di età previste (Categorie di età 2020/2021);
  • Iscrizione sul “Portale Campionati”;
  • Attestazione di iscrizione ai Campionati nazionali (download nell’area riservata Società sportive. Guida per stamparla); -da tenere in palestra o al campo in caso di controlli-
  • Allenatori/Istruttori con qualifica in corso di validità sulla piattaforma Ceaf/PerCorsi (Clicca qui per iscriverti ai corsi per allenatori Open; per il settore giovanile, in caso di necessità, scrivi a formazione@csire.it);
  • Applicazione di quanto previsto dai Protocolli Sanitari CSI (leggi i protocolli sanitari);
  • Compilazione di tutte le autodichiarazioni o di quella cumulativa stampata dall'area riservata di società (autodichiarazione singola). Quella cumulativa la trovi nell’area di società cliccando, nel riquadro Gestione tesserati 2020/21, su “Elenco/modifica tesserati”, applicando i filtri e selezionando il tab “Autodichiarazione COVID 19”); -da presentare e/o far compilare per TUTTE le partite e TUTTI gli allenamenti e da conservare da parte della squadra in casa per 14 (quattordici) giorni-
  • Presenza ad allenamenti e/o gare di un operatore BLSD con attestato in corso di validità (clicca qui per iscriverti in caso di necessità); -sempre presente ad allenamenti o partite e può anche essere non tesserato-
  • Presenza ad allenamenti e/o gare di un Operatore dell'Accoglienza (Safe Sport ®) (clicca qui per iscriverti in caso di necessità). -sempre presente ad allenamenti o partite e deve essere tesserato. Il corso non è obbligatorio, ma CALDAMENTE consigliato-

 

Allenamenti

Per tutte le categorie di interesse nazionale è prevista la possibilità di allenarsi anche al chiuso nel rispetto dei protocolli sanitari vigenti.

Ricordiamo che le società che non riprenderanno l'attività perderanno il “diritto” di allenarsi in modalità tradizionale anche al chiuso in virtù delle indicazioni del Governo e del CONI.


Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok